Dio è Amore (2)

“DIO C’È ED È AMORE”. E beato è chi lo prova in sè.

Michelangelo - La Creazione di Adamo (particolare)

Michelangelo – La Creazione di Adamo (particolare)

Da tempo una riflessione si ripresenta alla mia mente ed occupa il mio cuore. Ogni volta che vedo un vecchio (uno vecchio vecchio, in giro da solo per le nostre strade, fermo a guardare tutto e niente) (uno vecchio vecchio eternamente sul balcone a guardare le macchine sulla statale) un pensiero mi prende: che cosa sta “aspettando”?
Cerca qualche ora di sole. Sì, e poi? Spera di poter star bene anche domani. Sì, e poi? Aspetta qualcuno cui raccontare la sua cartella clinica. Sì, e poi? Gioisce dei suoi nipoti. Sì, e poi?
E domani? E dopodomani? E dopo I’inverno del ’90? E dopo la primavera del ’91?

Si può fare dell’ironia, su queste pa­role, certo! Mi puoi dire: ma che cosa vuoi? Vuoi fare I’uccello del malaugurio? No. Ma mi domando ancora: e poi?
M’ha preso una tristezza, I’altra mattina: conoscerà, questo vecchio (abbasso le parole “soft” quando mascherano la realtà) conoscerà questo vecchio che “DIO C’È ed È AMORE?”.

Talvolta qualcuno mi parla, sorpreso, della scoperta, nuova, fresca, della “tenerezza” di Dio. Signore, perchè così pochi?
Dio mio, se tutti ti conoscessero “così” e, desiderando di vivere con pienezza le ore di sole, la salute, i ni­poti, avessero però nel cuore il sapore della tua tenerezza, il profumo della tua consolazione!
E la gioia di incontrarti di slancio, di vederti, di stare con Te, di stare in Te!

E se una giovane coppia di sposi di incontrasse “così”? Naturalmente senza smettere di abbracciarsi… E se un giovane campione di sport ti scoprisse “così”, senza smettere di fare records? E se uno scienziato, interrogando il suo cuore, oltre che il com­puter, scoprisse che il tuo Amore sta sotto, sorregge, dà senso alla sua scoperta?

Perchè non potrebbe essere così, mio Dio? Perchè non è così per troppa gente, Dio mio? Non vorrai tu aprire gli occhi nostri? Non hai gia aperto gli occhi a dei ciechi, tu?
Dona, Signore, senso al nostro so­le. Da’ eternità al nostro abbracciare. Apri agli occhi della nostra mente le frontiere della conoscenza.

Vieni, Signore, nei nostri vecchi, nei nostri fidanzati.
Svela al nostro cuore che ogni Amore, di sposi, di amici, di montagna, di arte, di natura vive e dura solo in Te.
Amen.