Il mio Augurio di Nalate

SANTI & SANTI

E’ un “biglietto” fatto da me: sarà senza suoni, musiche, colori di quelli “automatici”….. ma è un augurio BELLISSIMO: perché tu ti faccia Santo…

Internet e la posta elettronica sono, veramente, un luogo di incontro, annuncio, condivisione straordinario … Lo affermano ormai moltissimi documenti della Chiesa, i Vescovi nel recente Sinodo sulla Parola lo ritengono un Areopago imprescindibile. Lo sperimento anch’io.
Ecco, per esempio, uno scritto ricevuto da un giovane uomo sul mio computer, e la mia risposta.

“Ciao don Ambrogio, come stai? L’altro giorno stavo riflettendo che, durante la mia vita, erano viventi dei santi e che non ho mai avuto l’occasione di incontrarli personalmente: Madre Teresa di Calcutta, l’abbè Pierre, Chiara Lubich, Giovanni Paolo II …
Oggi quali sono i santi viventi del calibro di Padre Pio?
Ernesto Oliviero? Quali altri grandi mistici sono viventi? Ciao, a presto”.

Sempre via-email gli ho risposto:

“Oh, carissimo, io vedo Jean Vanier, don Luigi Giussani, Ernesto Olivero, il Cardinal Martini: Santi “da altare” (e se mi mettessi a pensarci, ne troverei molti altri …).

E poi i “Santi con il grembiule”: i santi della carità. Moltissimi, una infinità: ogni giorno ne scopro di nuovi che mettono su opere di assistenza a ragazze in difficoltà, case di accoglienza, comunità di recupero, ambulatori in missione, operatori umanitari in zone di guerra…..

E poi i santi Martiri: quanti! Nelle missioni, nei Gulag russi, nei Lagoi cinesi, sotto le dittature sudamericane o asiatiche o europee.

E poi i “martiri non-violenti” delle varie “Resistenze”…. (lo sai che la Chiesa ortodossa russa considera santi tutti coloro che subiscono morte violenta ingiustamente? Anche re assassinati per complotto che pure non ebbero comportamenti affatto santi durante la loro vita …. Bello, no? Hanno avuto rapita violentemente la loro vita …. e Dio li ha accolti con sé …). Sarebbe interessantissimo approfondire questo concetto: perché tu sai che un caso di “infallibilità pontificia” sta proprio nella definizione dei Santi …..- e, in Ortodossia, non proprio al posto del Pontefice, ma in maniera diversa e altrettanto “Santa” c’è il Santo Sinodo – che fa queste “canonizzazioni” di cui ti sto parlando …

E poi la “santità quotidiana”…. per esempio quella schiera di “nostri” che ci hanno trasmesso la fede in Gesù ed hanno vissuto correttamente …. Tuo padre: che va in crisi di coscienza a licenziare gente, che ha il senso morale dell’AZIENDA: per cui vende appartamenti e ci mette milioni dentro in ditta …. per tentare di tenere “aperto”. O mia madre che ha fatto 14 mesi di sanatorio, lasciando a casa quattro figli.
E quelle schiere di donne martiri in casa, o donne che danno la vita per la creatura in grembo: sai quante sono? Non appena Gianna Beretta Molla, canonizzata dalla Chiesa …

E non finirei più di elencarti santi quotidiani, santi “ordinari”. Tutti ……!
E’ forse più agevole individuare chi NON è santo, che chi è santo ….
E anche tu, carissimo, sei su una via di santità: sì, quella santità “normale”, “quotidiana” di chi alza la mente a Dio ogni giorno, ed ogni giorno crede in Lui, ogni giorno lo prega …
Avanti allora, e non dimenticare che io mi voglio fare santo con te, con la mia gente: SANTI INSIEME ….
Ciaooo

don Ambrogio