Il nostro Dio è meraviglioso

Mercoledì 18 dicembre 2013zaccaria

 

L’angelo disse a Zaccaria: «Io sono Gabriele, che sto dinanzi a Dio e sono stato mandato a parlarti e a portarti questo lieto annuncio. Ed ecco

 

«Tu sarai muto e non potrai parlare

fino al giorno in cui queste cose avverranno,

perché non hai creduto alle mie parole»

 

che si compiranno a loro tempo». Intanto il popolo stava in attesa di Zaccaria e si meravigliava per il suo indugiare nel tempio. Quando poi uscì e non poteva parlare loro, capirono che nel tempio aveva avuto una visione. Faceva loro dei cenni e restava muto. Compiuti i giorni del suo servizio, tornò a casa. Dopo quei giorni Elisabetta, sua moglie, concepì e si tenne nascosta per cinque mesi e diceva: «Ecco che cosa ha fatto per me il Signore, nei giorni in cui si è degnato di togliere la mia vergogna fra gli uomini».   (Luca 1,20)

 

Vi sono momenti in cui anche la nostra vita diventa muta, quando non è in grado di dare testimonianza, quando il dubbio e la fatica del credere si fanno sentire. Ci sentiamo pesanti, non trasparenti.

Ma non ci si deve scoraggiare, il Signore vigila vicino a noi perché sa quanto il nostro desiderio di comunicarLo agli altri sia grande.

Allora ci capiterà di scoprire che chi ci avvicina non si accorge di nulla, anzi troverà ristoro proprio nella nostra presenza.

Il nostro Dio è meraviglioso.

 Buona giornata!

don Carlo