«Il Signore Gesù diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità» (Mt 10,1)

Sabato 24 gennaio 2015

S. Francesco di Sales, vescovo

 

Chiamati a sé i suoi dodici discepoli,

 

«Il Signore Gesù diede loro potere

sugli spiriti impuri per scacciarli

e guarire ogni malattia e ogni infermità»

 

I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, colui che poi lo tradì. Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro né argento né denaro nelle vostre cinture, né sacca da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché chi lavora ha diritto al suo nutrimento».

(Matteo 10,1)

 

Gesù condivide con i suoi apostoli lo stesso Suo potere di cacciare il demonio e di guarire: un dono sbalorditivo che trasforma chi ne viene beneficato.

Un’esperienza vivissima di tutto questo è il sacramento della Riconciliazione, quando la stessa liberazione e guarigione raggiunge ciascuno nel più profondo, là dove noi stessi non sapremmo neppure arrivare e fa scaturire sempre nuovissima la Vita del Risorto in noi. Questo infatti conta: veniamo liberati e guariti perché Lui possa pienamente continuare la sua Opera in noi.

 

Buona giornata!

don Carlo