«Ma quelli non compresero nulla di tutto questo» (Lc 18,34)

Sabato 13 settembre 2014

S. Giovanni Crisostomo,

vescovo e dottore della Chiesa

Il Signore Gesù prese con sé i Dodici e disse loro: «Ecco, noi saliamo a Gerusalemme, e si compirà tutto ciò che fu scritto dai profeti riguardo al Figlio dell’uomo: verrà infatti consegnato ai pagani, verrà deriso e insultato, lo copriranno di sputi e, dopo averlo flagellato, lo uccideranno e il terzo giorno risorgerà».

«Ma quelli non compresero nulla di tutto questo»

quel parlare restava oscuro per loro e non capivano ciò che egli aveva detto.

(Luca 18,34)

Le parole sono chiarissime, ma se il cuore è chiuso il messaggio rimane incomprensibile. Gli apostoli non possono trattenere questo annuncio della Pasqua di Gesù perché è troppo lontano dalle loro idee su Gesù, dalle loro attese, dai loro progetti. E le parole scivolano via, non entrano nel circolo dei ragionamenti. Tant’è vero che quando Gesù risorgerà gli apostoli faranno fatica a ricordare che Lui aveva preannunciato tutto questo nei particolari.

Succede anche a noi quando alcune parole del Vangelo ci rimangono estranee, finché una grazia particolare, magari un dolore o una prova, le illumina e ce le fa diventare veramente nostre.

 

Buona giornata!

don Carlo