«Perché a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha» (Marco 4,25)

Lunedì 26 gennaio 2015

Ss. Timoteo e Tito, vescovi

Il Signore Gesù diceva a quelli che erano intorno a lui insieme ai Dodici: «Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più.

«Perché a chi ha, sarà dato;

ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha»

(Marco 4,25)

Sembra un’ingiustizia, ma in realtà è proprio quello che nella vita succede. Chi si appassiona a Dio lo cerca, si dedica, è curioso, ascolta e tutto questo lo arricchisce, lo nutre anche senza che lui stesso se ne accorga. Chi invece si distanzia da Dio diventa poco a poco sempre più insensibile a Lui, alle Sue parole e ai Suoi segni, la Parola per lui si svuota di significato, non dice nulla, finisce per perdere anche le belle esperienze che aveva accumulato.

Ma nulla è impossibile a Dio. Ogni ritorno è sempre possibile, sfidando ogni umana previsione.

 

Buona giornata!

don Carlo