Pregare per la Pace

Anche la nostra Comunità Cristiana cittadina risponde alla voce del dolore e delle necessità delle genti d’Abruzzo che trova eco nell’invito dei Vescovi Italiani a pregare e donare aiuto materiale e contributo economico.

Normalmente, quando ci sono questi appelli, la gente è generosa e tutti, anche la gente non ricca, contribuisce con la sua offerta.

 

Resta invece, normalmente, un po’ in sordina l’invito a donare il contributo “della preghiera”: in Chiesa si aggiunge una “intenzione” alla preghiera dei fedeli, e la comunità presente affida a Dio chi soffre.

È giusto, sta bene. Sarebbe bello però sentire testimonianza di cristiani che dicono “come” pregano per questa gente toccata dalle sofferenze ….

 

Anche un sacerdote prega: ed è quotidianamente co-stante nell’affidare a Dio la “sua gente”.

Ma prega anche per “gli altri”: dal giornale, da radio e TV conosce i problemi del pianeta intero. E li affida all’Onnipotenza di Dio.

Gliene “parla”.

 

E che dice a Dio? Se, per esempio deve pregare per quei problemi così grandi da sembrare insolubili, che cosa dice a Dio?

Se deve pregare per la Pace, ad esempio, che dice a Dio? Gli dice di far venire la pace in Afganistan? E in Iraq? E gli altri paesi? Fa’ la sua “lista di richieste”? È possibile.

 

Io preferisco parlarGli in un altro modo:

 

Dio, tu solo puoi toccare i cuori,

perché tu solo li conosci …

Crea, “inventa” – te ne prego -

uomini e donne dal cuore grande

che sappiano “fare” la Pace. Costruirla.

In se stessi,

nei loro ambienti di vita,

in Parlamento,

anche se portano le “stellette”…..

 

E io , nel mio piccolo, come posso aiutarti? Ti prego…

Manda, inventa, crea, soprattutto,

statisti,

uomini planetari,

politici,

scienziati,

giornalisti,

genii,

Santi … AMEN