«Se questi taceranno, grideranno le pietre» (Lc 19,40)

Giovedì 24 settembre 2015

 

Il Signore Gesù era ormai vicino alla discesa del monte degli Ulivi, quando tutta la folla dei discepoli, pieni di gioia, cominciò a lodare Dio a gran voce per tutti i prodigi che avevano veduto, dicendo: / «Benedetto colui che viene, / il re, nel nome del Signore. / Pace in cielo / e gloria nel più alto dei cieli!». Alcuni farisei tra la folla gli dissero: «Maestro, rimprovera i tuoi discepoli». Ma egli rispose: «Io vi dico che,

 

«Se questi taceranno, grideranno le pietre»

(Luca 19,40)

 

Nulla può fermare la venuta del Regno di Dio annunciato dai piccoli. C’è una forza e un dinamismo inarrestabile che è stato posto nel cuore della storia umana e che lungo i secoli non smette di propagarsi, nelle persecuzioni, nel nascondimento, nella vita ordinaria.

È una forza d’annuncio sempre nuovo, fatto di vita prima ancora che di parole, che nel tempo si colora dei vari carismi con cui lo Spirito abbellisce e arricchisce la Chiesa, donandoli al momento opportuno, perché ogni uomo veda la salvezza di Dio.

 

Buona giornata!

don Carlo