Un Rosario per la Città

Un’ispirazione:

recitare stasera il S.Rosario in Chiesa

non pregando, come al solito, per i “nostri”.

Ma per la Città.

Tutta la Città.

 

Le prime 10 AVE MARIA le offro alla Madonna

per il mondo educativo: le scuole di ogni ordine e grado;

ed è bello pregare ognuna delle Ave

andando con il pensiero

a questa scuola, a quell’altra, e poi ancora a quell’altra,

a tutti gli adulti lì presenti,

ai bambini, ragazzi, adolescenti.

 

La seconda decina è

per il mondo del lavoro:

e ripercorro nella mia mente,

pregando,

fabbriche, uffici, negozi, officine, operatori economici …

 

E la terza decina?

Ah, può essere per il mondo del volontariato ….

E così faccio passare chi si occupa di disabili, dei vari sport, degli anziani, della Cultura ….

 

Non può però mancare, ed è la quarta decina di AVE,

chi “serve” la città:

tutto il Municipio, le forze politiche,

tutte le Forze dell’Ordine, i pompieri ….

 

Nell’ultima decina di questo Rosario

che sto recitando con il cuore spalancato,

ma anche con la fantasia,

con la memoria,

come un grande film della mia Città

passato alla moviola,

l’ultima decina la dedico

al mondo della sanitàl’ospedale, la casa per anziani,

gli studi medici di ogni tipo,

gli infermieri e le infermiere, i volontari del soccorso …

 

E’ GIÀ FINITO, QUESTO STUPENDO ROSARIO,

è passato in un lampo:

e nel mio cuore

questa Città ed i suoi cittadini,

che amo …..

Ho dimenticato qualcuno? Suggeriscimi tu ….

Ci sono tanti altri sabati che ci aspettano

alle 17.50 in Chiesa, o su “RadioNostra”